mercoledì 28 gennaio 2009

SAL Bent Creek e non solo ...

Ieri sera riordinando le foto sul PC mi sono capitate queste tra le mani ... o meglio tra il mouse, si tratta di un bel fine settimana che abbiamo trascorso nell'autunno del 2007 in località Apricale, sopra Imperia, girovagando su Internet avevo trovato un posto incantato dove portare la mia cucciola in vacanza: il B&B "Il Ghiro Sveglio" ogni stanza, ogni angolo, ogni particolare sembra uscito da un mondo parallelo.

Giudicate voi e ditemi se questi arredi non farebbero impazzire qualsiasi bambino! Le camere sono tutte a tema e ripercorrono fiabe diverse, la cucina è rigorosamente vegetariana, cosa che a noi peraltro non dispiace, soprattutto alla pulce.

Ecco di seguito un particolare dell'ingresso al B&B ...

ed ecco il pezzo forte ... la cucina! Ma vi rendete conto che sballo per un bambino un luogo simile, noi siamo rimasti davvero entusiati, forse avremmo gradito più coinvolgimento da parte dei padroni di casa che erano forse un po' "timidi" qualità che forse mal si sposa con il mestiere di albergatore, ma a parte questo ne ho un ricordo piacevolissimo, tanto più che proprio lì abbiamo incontrato degli amici di mio marito con cui abbiamo riallacciato una piacevole amicizia, anche loro ovviamente con una bimba piccola.

Ritornando al gennaio 2009, veleggiando qua e là sono approdata al blog di Patrizia , la quale sta "pubblicizzando" proprio in questi giorni un bellissimo SAL di Bent Creek, si tratta di un SAL sui mesi dell'anno, ed è davvero delizioso, sia per i colori usati, sia per la possibilità di ricamarlo tanto in orizzontale, quanto in stile sampler.
Versione sampler ...

Versione orizzontale ...

Voi cosa mi consigliate? Le dimensioni del singolo mese non sono nemmeno troppo impegnative, circa 50X50 stitch, certo gennaio è quasi terminato, ma si fa presto a recuperare ...
I lavori che ho a mezzo sono davvero tanti, ho anche visto sul blog di Lucy una bellissima coperta fatta all'uncinetto, tutta a piastrelline che a loro volta compongono una piastrella più grande, appena l'ho vista ho pensato: WOW, la devo fare! ma quando?

Cercherò di darmi delle priorità.

Giorni fa sul blog di Marypoppins è apparso un post davvero invitatente "concorsino voglia di primavera", al quale ho deciso di partecipare, ecco la foto che ho inviato a Mary, volutamente non ho creato una particolare ambientazione perchè questa è casa mia, e così è nella sua quotidianità, unico vezzo la rafia che spunta dal vasetto in latta e tiene ferme le cipollotte dei bulbi, con una cucciola in casa è tutto un po' precario!

Ultimo pensiero ... quanto mi piacerebbe trascorrere qualche giorno con tutta la truppa a San Francisco, una città incantevole che pur essendo una grande metropoli è a misura d'uomo, mi piacerebbe poter visitare queste belle case vittoriane, passare un pomeriggio sorseggiando un caffè in uno di questi salotti, curiosare nelle loro credenze, nelle loro librerie, devono essere case da favola piene di angoli da scoprire e riscoprire.

oppure se volete sognare rimanendo sulle nostre Alpi, andate a sbirciare tra le pagine di questa rivista a cui sono molto affezionata Images, riporta luoghi, foto e tradizioni delle nostre Alpi, guardate che belle foto sull'ultimo numero.
e per concludere con le Alpi ecco una foto di qualche anno fa fatta da mio marito a Chamois in Valtournenche, un luogo dove l'anima veramente si riposa e gli occhi si riempono di paesaggi splendidi.

Buona settimana a tutte

Manuela

lunedì 26 gennaio 2009

Sopravvissute ...

Giorni fa ho scovato un'iniziativa molto curiosa: un sal relativo ai rimasugli di filo che alla fine di ogni gugliata generalmente buttiamo in spazzatura finalmente un SAL per niente impegnativo chiamato: "La spazzatura dei fili" mi sono molto incuriosita e passando da un blog all'altro ho scoperto che l'iniziativa è partita dal blog di Hélène , ma in Italia la portavoce è Pat (http://ilpollaio.over-blog.com/) Riporto le parole di Pat riguardo la raccolta delle gugliate "da buttare" :
"si tratta di un sal relativo ai rimasugli di filo che alla fine di ogni gugliata generalmente buttiamo in spazzatura, dico generalmente perchè so che alcune di noi invece li mettono in vasetti o contenitori per guardarsi poi quest' insieme di colori quale disegno crea.
Io non sono mai stata tra queste ricamatrici, ma l'idea di un sal su quest'argomento (per niente difficile da seguire vista la costanza con cui ricamo) mi ha proprio attirato per cui mi sono iscritta. Per quelle fra di voi (ma so che non sono molte) che proprio non masticano il francese, traduco le regole del sal :
* Date de début de la collecte : le 11 janvier 2009 , première nuit de la pleine lune de l'année 2009.- data di inizio della raccolta : 11 gennaio 2009, prima notte di luna piena del 2009
* A partir de cette date, ne jeter plus vos bouts de fils mais conserver les dans un récipient transparent (pot à confiture, verre, bocal, tube à essai, vase, vérine, que sais-je encore...). Vous pouvez les mélanger ou les trier par couleur.- a partire da questa data, non buttate più i vostri pezzetti di filo ma conservateli in un recipiente trasparente (vaso di marmellate, bicchiere, boccale,tubo , vaso o altro....)potete mescolarli o dividerli per colore.
* A chaque nouvelle lune, je vous demanderai de montrer l'état de votre collecte sur votre blog.- a ogni nuova luna vi chiederò di mostrare lo stato della vostra collezione sul vostro blog.
* Au bout d'un an, nous serons peut-être impressionnées par cette expérience de ramassage de vieux fils. Que deviendront tous nos petits bouts de fil ainsi récoltés ? Peut-être rien. tout cas, nous avons une année pour y réfléchir ensemble.- alla fine di un anno, probabilmente resteremo impressionate da quest'esperienza di raccolta di vecchi fili.
Cosa diventeranno tutti i nostri pezzetti di filo raccolti? forse nulla.In ogni caso noi avremo un anno per riflettere insieme."

Io per tanto tempo ho raccolto "la spazzatura dei fili", poi ho lasciato perdere, ma ricominciare non mi dispiace. Ecco la mia partenza:

prossima tappa fotografica: il 9 febbraio


Il barattolo per ora è un pochino anonimo anche se si tratta di un bel barattolo in vetro dello yogurt comprato nella valle di Courmayeur, potrei anche abbellirlo!
Dopo avervi coinvolte nei miei progetti domenicali, non potevo non mostrare il risultato finale. Voglio essere sincera sino in fondo, non sono una mamma perfetta e tanto meno una santa, quindi avevamo vernice fin sopra le orecchie, abbiamo trafficato per un paio d'ore, abbiamo ritagliato, io le figure da attaccare sulla lavagnetta, lei altre cosine che poi ha incollato su un foglio di carta, abbiamo "creato" un bel colore mix tra un giallo oro della "Americana" ed un bianco ottico della Maimeri.
La pulcetta si è davvero divertita a miscelare i 2 colori ed a stenderli sul compensato, unica vera soddisfazione è stato insegnarle a "tirare" il colore.
Abbiamo avuto anche momenti di alta tensione quando dopo aver lavorato con tanto impegno, soprattutto mio ... si è messa a piangere disperata perchè la figurina attaccata rappresentava una bambolina country grassottella ed a lei non andava bene, forse preferiva qualche animaletto o dei fiori, non so ... per fortuna sul più bello è intervenuto anche il papà a sedare la rissa!
Ecco le sue manine al lavoro ...

ed ecco la stesura del colore sulla lavagnetta

siamo ancora in ballo con la lavorazione, ma ad oggi il risultato è questo, devo ancora farle incollare i bordini country e farle incollare la base di compensato su cui porre le puntine da disegno.


Magari la prossima domenica termineremo quanto cominciato.
Alla fin fine sono soddisfatta perchè nonostante le tensioni la piccola si è divertita ed anche io ho passato un paio d'ore spensierate con lei, pasticciando senza freni e senza pensare "oh mamma, la mia povera cucina!", si vive una volta sola e questi sono i ricordi che si porterà dietro una volta diventata grande, io ancora ho in mente le domeniche piovose trascorse con mia mamma a "creare" la fattoria con il DAS.
Certo ammetto che ancora non sono riuscita a togliere le macchie di vernice dalla cerata, ma poco importa, non ho nemmeno avuto il tempo di mettere qualche crocetta ai miei lavori, pazienza dopo una giornata all'asilo e magari una corsa ai giardinetti stasera crollerà come sempre durante la settimana alle 20.15 ................ spero !!!
Buona settimana a tutte
Manuela

sabato 24 gennaio 2009

Tempo pazzerello !

Sembra incredibile a distanza di mezz'ora di macchina sono passata da un panorama marino ad uno alpino, come tutti i sabati sono andata a trovare una persona a cui voglio molto bene che per problemi di salute è ricoverata in una RSA a Campoligure, sono partita da casa lasciandomi alle spalle nuvole cariche di pioggia, un cielo rosso e lo sciabordio delle onde sulla battigia,


Il promontorio di Portofino sembrava dare in buongiorno! Ma superato il passo del turchino mi sono ritrovata in un altrettanto bel paesaggio, ma decisamente diverso, una bufera di neve ci ha accolte all'uscita di una galleria, ed ecco il paesaggio dalla camera di questa nostra cara "nonna adottata".



Se il brutto tempo dovesse "rovinarci" l'ennesina domenica, questa volta ho preferito giocare d'anticipo. Al diavolo l'ordine e le pulizie di casa e guardate che cosa ho escogitato per intrattenere la pulcetta:

ho comperato una base in compensato che faccia da lavagnetta per puntine, della carta soft paper con un bel decoro country, altre forme più piccole da dipingere a mano, del cartoncino ondulato rosso, gli attrezzi, la colla ed il flating in casa non mancano mai, quindi se domani mattina dovesse ancora piovere ci metteremo i nostri grembulini da lavoro e sotto con le forbici a tagliare ed incollare ... comunque vadano le cose almeno un paio d'ore trascorreranno in un lampo, poi vedremo come affrontare il pomeriggio.
Magari impastando o colorando.
Buon fine settimana
Manuela

mercoledì 21 gennaio 2009

Dopo tante crocette ... torniamo ad un post che comincia con una cosa buonissima: la focaccia alla salvia. Ammetto di essere una purista della focaccia, in genere sgarro solo per la versione con la cipolla, ma vi assicuro che la ricetta che mi ha passato la mia amica Agnese è veramente da urlo!

Ingredienti:
500 gr farina 00
100 gr manitoba
20 gr lievito di birra
2 misurini piccoli di sale
1 misurino piccolo di zucchero
1 cucchiaio salvia sminuzzata
100 cc vino bianco
100 cc acqua
100 cc olio di oliva

Procedimento:
impastare e far lievitare per 2 ore, reimpastare e far lievitare per 1 ora nella teglia, aggiungere sopra una salamoia a base di acqua ed olio, abbondante, e sale grosso sopra ed infornare a 200° per 20/25 minuti.

Io ho impastato con la macchina del pane, ma anche a mano o con il Bimby la bontà non cambia!
Ho passato questa ricetta ad altri amici molto bravi dietro ai fornelli e con i quali in genere condividiamo gli ordini "da quintale" ad un mulino piemontese per avere delle farine particolarmente buone, ed anche loro proprio ieri sera mi hanno fatto sorridere perchè mi hanno detto che la focaccia fuori dal forno è "sopravvissuta" meno di 10 minuti.

Sul fronte ricamo, ieri sera mi sono concessa una seratina rilassante e tra una puntata e l'altra del Dottor House ho ricamato la casetta di gennaio il cui schema ha condiviso con noi Clo. Ovviamente al momento della scelta dei colori la mia pulcetta ha pesantemente suggerito l'uso del rosa in varie tonalità al posto dei bei grigi proposti da Clo, ma tutto sommato il risultato finale non mi dispiace.
In questi giorni ho anche applicato i bottoncini di Natale fatti da Paola, al ricamo di Lizzie Kate "Love Keep us Warm", mi sono molto divertita a farlo.



Ora devo riprendere in mano il SAL - Country Bloomers, direi che la disaffezione verso questo lavoro ahimè non ha colpito solo me, per quanto mi riguarda è imputabile ai repentini cambi di colore. Lavorandoci prettamente la sera, alla fine gli occhi non riescono più a seguire bene lo schema ed il lavoro.

Sul fronte uncinetto ho terminato di cucire le ... roselline sul cappellino per una bimbetta che dovrebbe nascere a maggio, ho promesso alla sua mamma anche una copertina ricamata, devo organizzare lo schema, i filati e poi lavorando su Aida di lana il lavoro dovrebbe scorrere abbastanza velocemente.
Iulia nel suo blog chiedeva come riponiamo i vari filati da ricamo, ad eccezione delle scatole trasparenti in stile pescatore, con tutte le floss ben organizzate, io sono un pochino confusionaria, ogni ricamo con il suo corredo di fili, aghi, telaietto e forbici viene riposto in sacchettini di stoffa, recentemente a Natale mi sono regalata la scatola qui sotto che conteneva formine per biscotti e tovagliolini, una volta svuotata è stata riempita dai filati "preziosi" come i Kreinig ed i Crescent e dal SAL-Welcome all Seasons.

Ringrazio anche Aiuola Odorosa per avermi dato l'idea dei ... tulipani, vedendoli belli e solari nel suo blog mi è subito venuta voglia di primavera, quindi questo pomeriggio tornando a casa dal lavoro mi sono fermata dalla super fioraia del quartiere, Margherita ed ho preso 7 tulipani ancora chiusi, mi ha detto che all'apertura rimarrò meravigliata dalle sfumature di rosa e fucsia, non vedo l'ora.
Visto che questa sera la famiglia è al gran completo mi concedo una pausa dai miei lavoretti e vi auguro una piacevole serata.
Manuela

domenica 18 gennaio 2009

Roselline d'Irlanda!


Dopo tanto tempo mi sono decisa a dedicare un post alle roselline d'Irlanda! Cominciamo con una bella scansione di uno dei miei "quadernini del ricamo", lo schema che da anni uso è sempre lo stesso, trovo che il risultato finale sia di grande effetto e la lavorazione sia davvero facile ed intuitiva. Ovviamente le varianti in giro sono tante, gli schemi possono essere più o meno complessi; io in genere uso filati lavorabili con un uncinetto del 3, quindi cotoni sesia baby oppure lane merinos.


I tempi di lavorazione di una rosellina sono da record, forse meno di 5 minuti, questo fa si che anche progetti molto impegnativi come un copriletto o simili siano realizzabili con un dispendio di energie minimo, anche le sciarpe fatte ultimamente, hanno richiesto parecchie ore di lavoro, ma non mi hanno annoiata nemmeno alla fine, forse solo un pochino le cuciture.

Ecco sotto le ultime realizzate, sono ancora in fase decisionale, non so bene come impiegarle, l'idea era di fare una tenda a catenella intervallata da roselline dai colori alternati ... aspettiamo la primavera per vedere cosa uscirà dal cilindro.
eccole in dettaglio ...

In giro per i vari blog ho visto che tante di voi pubblicano anche i ricami dal lao B, ma ho notato che nessuna realizza il rovescio del punto croce in orizzontale ... io lo trovo più semplice, ma mi rendo conto che le scuole insegnano la versione in verticale, io ho appreso questa tecnica da una signora comasca "d'altri tempi" che insegnava alla scuola di Asolo, dove appunto realizzano il retro del punto croce in orizzontale.
Ecco il mio lato A:

ed il latoB:

Lo so, è un ricamo natalizio, non ho ancora deciso se sono in ritardo rispetto al Natale appena trascorso o in anticipo sul prossimo, nel dubbio ricamo questi simpatici pupazzetti de neve di Lizzie Kate sulla tela sbrilluccicosa della DMC che ho ricevuto dallo SWAP Merry X-Mas organizzato dal forum punto croce.

Approfitto anche per mostrarvi un piatto in ceramica tipico dell'isola del mio cuore ... La Maddalena, nel centro storico c'è un negozio (Urban) che negli anni è diventato sempre più "turistico", ma agli albori proponeva solo ceramiche realizzate a mano, i colori sono davvero belli e luminosi, noi abbiamo una bella collezione di piatti grandi e piccoli, animali e piccoli otri acquistati da mia mamma nel corso degli anni, lei adorava questi colori e ne ha riempito la cucina, ora sto cercando di valorizzarli ponendoli in bella mostra. Purtroppo la foto non rende l'idea della loro luminosità, ma vi assicuro che sono la fine del mondo, e soprattutto i toni dell'azzurro e del blu ricordano gli splendidi colori dell'arcipelago ..... in queste giornate uggiose riguardo le foto ed i filmini dell'estate per tuffarmi in quel bel mare almeno con il pensiero.

Ecco dopo tanto una foto di fiori, questa è una pianta grassa che da decenni sta sul nostro terrazzo e resiste alle intemperie, alle nevicate ed al sol leone.

Vi auguro di trascorrere una piacevole e riposante domenica.
Manuela

mercoledì 14 gennaio 2009

Un bouquet di matite ben temperate ...

Talvolta rimpiango i tempi della scuola per quello che comportavano, ovvero l'astuccio pieno di colori, una serie di gadget meravigliosi come i post-it di tutti i formati, i fermacarte di plastica, i profumi delle gomme, i temperamatite, i pennarelli con le punte di diverse dimensioni, le chine, le stilografiche che immancabilmente perdevano e macchiavano gli angoli dell'astuccio ... oh l'astuccio, questo tempio misterioso, personalissimo, pieno di "cose tanto preziose", quanto inutili!

Il mio astuccio è sempre stato in stoffa, i primi erano della Naj Oleari, qualcuna di voi ricorda la loro bellezza? Quegli alberelli verdi? Gli ultimi, compresi quelli dell'università e gli attuali, ormai residuati di tempi lontani, li acquistavo in un negozio meraviglioso "Il Cortile" che è noto per l'abbigliamento per bambini ed i tessuti liberty, ma con qualche scampolino confezionavano anche gli astucci e se eri davvero fortunata riuscivi ad avere camicetta ed astuccio in tinta!!! Un vecchio film di Meg Ryan "C'è posta per te" ad un certo punto recita una splendida frase: "un bouquet di matite ben temperate", vi ricordate il profumo dei pastelli a cera o ad olio appena temperati, e quelle bellissime scatole in latta che custodivano i Caran d'Ache, sogno di ogni bambino in età scolare!

Pensate che io ho ancora la mia prima ed unica scatola di Caran d'Ache al sicuro in un cassetto della scrivania, che bello riaprirla e guardare tutti quei colori!

Non so perchè mi sono tornate in mente queste cose, talvolta basta annusare l'aria e ricordi lontani ritornano alla memoria in un batter d'occhio.
Ma torniamo ai vari W.I.P. :

Finalmente ieri sera ho finito il mio bel ricamino di beneficenza, sabato spedirò la bustona gialla, spero di aver scelto un soggetto gradito.


In un attimo ho terminato la tappa del SAL Welcome all seasons, a fine mese pubblicheremo le foto sull'altro blog.

Approfitto per ringraziare tutte le nuove amiche che ultimamente mi hanno lasciato bei commenti e mail graditissime, ed anche le "vecchie" amiche di blog che come sempre mi coccolano e viziano!

Chiudo il post con un piccolo segreto ... forse sono un po' maniaca, forse è solo deformazione professionale, ma da tanti anni ho l'abitudine di appuntare su un quaderno tutti i lavori che faccio con tanti particolari come i colori usati, le varianti sullo schema, i tempi di lavorazione non ultimi i costi e magari qualche disegno per progettare i lavori a venire ... proprio quest'anno ho terminato il mio quarto quadernino e da pochi giorni è arrivato quello nuovo, mediamente ci metto circa 3 anni e completarne uno ...


ed infine il barattolo con i bottoni, ogni tanto lo apro li guardo, li ammiro e li rimetto a posto, recentemente ne ho presi alcuni da Paola e non vedo lora di usarli, ho in mente alcune cose ... vedremo, prima devo sfogliare i quadernini degli anni passati, poi qualcosa dal cilindro uscirà ...


Vado a mettere a letto la piccola, sono solo le 19.45, ma è già crollata sul divano, noi siamo un pochino "british" ... quando è possibile ceniamo prima delle 19 in modo da avere tutta la serata per noi!

Buona serata a tutte

Manuela

domenica 11 gennaio 2009

Premio di Nile e Richard

Ho ricevuto un bellissimo premio da parte di Erika

Le regole sono semplicissime:

* scrivere 8 cose che ci prefiggiamo di fare nel 2009
* nominare 8 blog

I miei obiettivi 2009:

  1. Terminare il SAL - Wecome all Seasons;
  2. Terminare il SAL - Country Bloomers;
  3. Fare una copertina in aida di lana per una bimba in arrivo;
  4. Imparare a cucire a macchina decentemente;
  5. Finire un vecchio ricamo DMC - SPring Flowers;
  6. Organizzare uno SWAP a tema estivo;
  7. Imparare cose nuove divertendomi;
  8. Creare nuovi addobbi per la mia casa.

Nominare 8 blog ......

Claudia, Paola e Livia

Marzia

Pinta

Camilla

Marina

Fatagatta

Cristina

Francesca

Grazie a tutte per i vostri commenti sempre graditissimi e per la pazienza che avete nel sopportare talvolta i miei sfoghi e per i consigli sempre ottimi.

Anche questa domenica volge al termine, è ora di andare a nanna, ma prima di spegnere le luci ho già la caffettiera pronta che aspetta solo di essere accesa ed i vestiti di tutti pronti al frenetico inizio della settimana, speriamo solo che non faccia troppo freddo, questa mattina siamo anche riuscite ad andare in spiaggia a giocare con i sassi ed a dar da mangiare alle papere ...

sabato 10 gennaio 2009

Ben tornato sole!


Finalmente il sole è tornato a slendere, dopo una settimana all'insegna del gelo, del vento freddo e del ritorno alla routine!
Tutti i sabati mattina vado a trovare una persona a cui sono molto legata che è ricoverata in una RSA nel paesino di Campoligure, sulle alture genovesi, e tra una visita e l'altra ho scoperto una merceria d'altri tempi, dall'inventario impossibile da descrivere, uno di quei luoghi dove qualunque tua richiesta viene esaudita ed alla domanda "ha per caso delle perline in legno dipinte?" è stato preso un bel cesto in vimini con l'indescrivibile all'interno. Ho preso un centinaio di perline dai colori misti ........ (per farne cosa? continuate a leggere ......)

Giorni fa navigando sul blog di Clo mi sono imbattuta in una splendida collana fatta ad uncinetto composta da più fili di vari colori, allora mi son detta, ma perchè non ravvivarla ulteriormente con qualche perlina in legno? ed ecco che cosa è nato da un tranquillo venerdì sera appollaiata sul divano:


In questo momento sto andando molto a rilento con il SAL - Country Bloomers, non ho ancora terminato la 2° tappa, ma vi mostro comunque dove sono arrivata, accetto suggerimenti sul come utilizzare una volta terminato questo splendido ricamo!

A differenza del precedente il SAL Welcome all Seasons scorre che è un piacere, si tratta di poche crocette e di pochi cambi di colore, quindi il lavoro rende molto, in meno di tre sere ho concluso la prima tappa, prima di cominciare ero dubbiosa sul risultato finale ed invece devo ricredermi, mi sta divertendo! Non vedo l'ora di mettere on line sull'altro blog le foto di tutte le partecipati!

Ho terminato anche la seconda sciarpa in stile Granny, con piastrelline e roselline d'Irlanda, mi sono molto divertita a farla, un po' meno a cucirla, ma non vedo l'ora di consegnarla alla mia amica Monica


Non mi resta che augurarvi un sereno fine settimana.

Manuela

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails